COTONE O POLIESTERE PER L’ABBIGLIAMENTO PROFESSIONALE?

COTONE O POLIESTERE PER L’ABBIGLIAMENTO PROFESSIONALE?

Cotone o poliestere? Fibre naturali o sintetiche?
Quale è la soluzione migliore, quella che risponde maggiormente alle esigenze di comodità e sicurezza di chi lavora nella ristorazione?

                

La prima risposta che verrebbe in mente è che non esiste una risposta generale, perché molto dipende dalle abitudini e delle preferenze personali di ognuno di noi. Tuttavia esistono dei dati di fatto oggettivi in grado di farci prendere una decisione più ponderata.

 

IL POLIESTERE

Il poliestere è una fibra sintetica derivata dal petrolio, nato circa settanta anni fa in Inghilterra.
Da allora i suoi utilizzi si sono allargati in vari campi, dall’imbottitura degli indumenti invernali ai tessuti cosiddetti “tecnici” per abbigliamento sportivo.
La sua diffusione nell’abbigliamento da lavoro è dovuta principalmente alla resistenza all’abrasione e al taglio, all’impermeabilità e, nel caso in cui venga eseguita una lavorazione adeguata, anche ad una elevata capacità traspirante. Inoltre i capi in poliestere garantiscono un buon isolamento termico e asciugano velocemente.

I principali svantaggi sono invece la facilità con cui sviluppa cattivi odori e la capacità di generare cariche elettrostatiche e quindi attirare molta polvere.

 

IL COTONE

Il cotone ha poco bisogno di presentazioni: è la fibra per tessuti per eccellenza, la più diffusa al mondo, dal quale si producono anche altri tessuti come il denim, il velluto, il fustagno, ecc… 

Tra i suoi tanti vantaggi vi è la resistenza ai lavaggi, l’isolamento elettrostatico, l’igienicità e la freschezza e traspirabilità a contatto con la pelle. Inoltre ha una buona resistenza agli strappi ed è un tessuto totalmente anallergico.

Tra i suoi pochi svantaggi la facile sgualcitura e la poca elasticità, che lo mettono a rischio restringimento in caso di lavaggi aggressivi o in acqua calda.

 

COSA SCEGLIERE, ALLORA?

Negli ultimi anni si è sviluppato un tessuto, definito Poly cotone, in grado di raccogliere le principali caratteristiche di entrambi. Si tratta infatti proprio di una miscela di cotone e poliestere, in proporzioni variabili, che riescono a conferire all’abbigliamento durata, resistenza, versatilità ma anche morbidezza e traspirabilità. 

 

Si tratta probabilmente della scelta migliore per la gran parte delle esigenze, anche se, come detto in apertura, molto dipende dalle abitudini personali.

Su qualsiasi tessuto ricada la scelta del tuo abbigliamento professionale, comunque, il miglior consiglio che possiamo darti è di scegliere aziende esperte del settore, come quelle che Detertecnica distribuisce ai migliori prezzi del mercato, perché la qualità dell’abbigliamento rende i propri collaboratori più soddisfatti e produttivi e regala ai propri clienti la percezione della qualità che ricercate in qualsiasi ambito della vostra attività.